Saturno Magazine, Articolo: MD EJAJ AHAMED

MD EJAJ AHAMED

ANGELA KOSTA TRADUCE I VERSI DI Md EJAJ AHAMED - INDIA

 

 

 

 

Md Ejaj Ahamed è poeta bilingue, scrittore, giornalista, insegnante, editore e ambasciatore di pace. È nato il 26 febbraio 1990 nel villaggio di Mahendrapur ad Aurangabad, nel distretto di Murshidabad, nel Bengala Occidentale, in India. I suoi genitori sono Md Samsuddin Biswas e Matiyara Bibi. I suoi titoli di studio sono English Honours, triple MA, B.Ed, D. El. Ed. Md Ejaj insegna da 12 anni. Fin da piccolo è stato in grado di far fronte alle difficoltà finanziarie della sua famiglia e continuare a studiare e scrivere. Durante il suo periodo al college, le sue poesie e i suoi saggi in bengalese - inglese venivano pubblicati ogni anno sulla rivista del college "Ayon". Le sue poesie bengalese-inglesi, i suoi saggi sono stati pubblicati in varie riviste, giornali e libri di poesia congiunti. Il suo articolo di ricerca "Discovery and the Golden Peak of Improvement" è stato pubblicato sulla rivista internazionale "Rjelal" e, un altro suo altro articolo di ricerca "Exploring New Trends e Innovations in English Language and Literature' è stato pubblicato in un libro standard internazionale. I suoi libri bengalesi pubblicati sono: "Swopno Tori" (Dream Boat - La barca dei sogni), Bangla Sahitya o cinemaya Goyenda Charitra (Personaggi polizieschi nella letteratura e nel cinema bengalese), 'Maner pandulipi' (Manoscritto), 'Hrid-Canvas' (Heart-Canvas) e 'Antarer Kabyakatha' (La poesia del cuore), 'Paranta Sandhya' (Fall Evening). Md Ejaj è il Caporedattore di Swapner Vela Sahitya patrika (La zattera dei sogni). Di recente è stato membro del comitato editoriale della rivista "International Sahitya Subarna" ed ora è membro del comitato consultivo. Inoltre Md Ejaja è l'editore del Bengala settentrionale del giornale "The Quadri Times" e segretario alle finanze del "Joy Bangla Sahitya Parisad" del Bangladesh. Ha curato una raccolta di poesie bengalesi di poeti provenienti dall'India e dal Bangladesh, 'Kabitar Akash' (Il cielo della poesia) e 'Kabitar Aranya' (La foresta della poesia), 'Kabitar Sagar' (Il mare della poesia). Attualmente Md Ejaj lavora anche come giornalista per vari giornali. Md Ejaj ha ricevuto numerosi premi e dottorati honoris causa da varie organizzazioni. Ha ricevuto l'onorificenza della Fondazione per i Diritti Umani SAARC, ha ricevuto il titolo di "Ambasciatore di pace" del WLFPH, "Ambasciatore globale" dell'International Literacy Study Group (Bangladesh), membro del Global Ambassadors of Sustainability e Certified Sustainability Officer (Dubai), membro dell'International Peace Ambassadors Academy (Egitto), Ambasciatore-'Iqra Foundation' (Gerusalemme), Membro della Pace dell''International Academy for Peace and Human Rights' (Egitto), Membro della "Feather and Extender Humanity Academy" Europe and Turkey Branch, Membro del Global Friends Club, Ambasciadore per la Pace nel Mondo della Fondazione Maria Gladys ed è anche moderatore del "London Poets Club" (Inghilterra).

 

 

LA PREGHIERA DELLA TERRA

 

 

La terra soffre da secoli

della malattia chiamata guerra,

La terra guarda l'umanità con impotenza,

Piange in agonia,

Prega all'Onnipotente

Di guarire e perdonare i suoi figli

Di trasformarli in esseri ideali,

Prega al Creatore di espandere

Il profumo dell'armonia tra la mappa dell'uomo;

Prega il Padrone Misericordioso dell'universo

Per la pioggia di pace nella Patria

E nella mente umana;

Prega il Salvatore di proteggerla dall'odio

E per piantare i semi della grazia

Nel campo della genetica

E delle menti dell'umanità

Non per combattere...

        

 

            HAIKU

              

             ***

 

 

Il sole si risveglia

La terra dal suo sonno

tutta la natura si rallegra, sorride...

              

 

 

                  ****

 

 

Quando il sole tramonta,

la notte arriva, ma poi la luna, le stelle,

La natura l'immenso osservano...

 

 

 

SOTTO IL CIELO STELLATO

 

 

Sono seduto vicino a un ruscello

sotto il cielo stellato,

L'occhio della notte il suo viso apparì

nello specchio d'acqua,

Guardai su e giù

ancora e ancora,

Sorrideva

E tutti erano sopraffatti dal suo splendore

Il ruscello sorrideva e danzava,

La brezza cantava,

Dipingendo carezze sui nostri corpi

E sui nostri pensieri.

Tutta la valle umida dalla fontana del chiaro di luna,

L'abito diletto indossava

Pensieri di romanticismo con le ali volavano

Nel cielo della mia mente.

Se la mia amata

in questo bel momento fosse con me

Quanto sarebbe bello!

Ancora i pensieri del cosmo con le ali volavano

Nel cielo della mia mente

Com'è grande il cosmo!

Quanti pianeti e stelle!

E gli uccelli del pensiero l'Onnipotente ci ricordano

Perciò dissi:

"Quant'è grande il Creatore"!

 

 

 

Preparato e tradotto in italiano da Angela Kosta Accademica, giornalista, poetessa, saggista, critica letteraria, redattrice, traduttrice

 

Mettiti in contatto

Fondato da: Francesca Gallello

saturno.magazine@libero.it

(+39) Francesca 3383684998

© 06-2024 Design by Artvision.
All Rights Reserved.